Chi si trova nel nostro ghetto?

La terribile notizia della strage di Tolosa mette addosso l’angoscia. O almeno dovrebbe metterla a chi ha una coscienza umana.

Quattro morti, di cui tre sono bambini, per non parlare dei due feriti gravissimi, sono il bilancio di un attacco antisemita lucido e spietato contro una scuola ebraica in Francia.

In Francia, occorre rendersi conto! In un paese vicino al nostro, simile per cultura e livello di sviluppo. Questa strage scuote le nostre coscienze e deve disporci alla riflessione. L’antisemitismo non è morto: è un odio razziale secolare, con radici profonde, che ha indotto popoli “civili” a costruire ghetti, zone della città riservate agli indesiderabili ebrei. Sappiamo com’è finita, in tutto il centro Europa nel secolo scorso, la storia dei ghetti ebraici.

E noi, a Senago, chi o che cosa mettiamo nel nostro ghetto?

Anche l’antiziganismo (volgarmente, l’odio contro i rom) è secolare. Basta farsi un giretto nel web per scoprire che le persecuzioni verso rom e nomadi sono antiche quasi quanto quelle contro gli ebrei.

Antiziganismo ed antisemitismo sono accomunati dal desiderio di trovare un capro espiatorio quando le cose vanno male, quando si stenta a trovare una soluzione ai problemi, durante i periodi di stress economico e sociale: allora, si cerca un responsabile del problema. E, vilmente, lo si trova in chi è debole, chi non si può difendere.

Si comincia con le parole. Violente, atroci: odio e veleno sparso a piene mani in tutti i luoghi raggiungibili dagli aguzzini. Poi, c’è qualcuno, sempre, che passa ai fatti. Occorre ricordarlo.

Siamo in tempo per fermarci. Non è troppo tardi. Il partito denominato “Lega Nord” sta facendo la campagna elettorale di Senago attizzando l’odio antizigano. Noi di Senago Bene Comune diciamo loro: fermatevi!

I leghisti non sanno nemmeno dove può andare a parare questa campagna di odio. Qualcuno passerà ai fatti ed essi ne saranno moralmente responsabili. C’è da chiedersi: ma davvero vogliono questo? Davvero vogliono che qualche squinternato li ascolti e commetta qualcosa di irreparabile?

La Lega di Senago dovrebbe fare una campagna elettorale sulle questioni reali, parlando dei problemi dei cittadini e della nostra città. Non esiste alcun problema nomadi, lo stanno creando loro.

Non costruiamo ghetti, apriamo la città: basta odio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...