La “riforma” degli Organi Collegiali della scuola: le giravolte dei partiti

Inversione a U

E’ allo studio dal mese di novembre 2012 nella Commissione Istruzione del Senato la proposta di legge per la riforma degli Organi Collegiali (“Norme per l’autogoverno delle istituzioni scolastiche statali”).

Il testo proviene dalla Commissione Cultura della Camera: è una proposta di legge che proviene dalle modifiche della famigerata proposta Aprea,  e da altre proposte di legge, una delle quali a firma Roberto Cota. Quello stesso Cota, Lega Nord, che vuole mettere un limite alla presenza dei bambini definiti “stranieri” a scuola.

Oltre a Valentina Aprea e Roberto Cota, sono autori del testo Angela Napoli (Futuro e Libertà, da pochissimo fuoriuscita dal partito di Fini), Paola Frassinetti (PDL), Letizia De Torre (PD), Gabriella Carlucci (prima PDL e poi UDC), Luisa Capitanio Santolini (UDC).

Alla fine del percorso alla Commissione della Camera, dunque, la proposta di legge di riforma degli Organi Collegiali, (proposta 953) viene licenziata con il voto contrario dell’IdV e con l’inaspettato voto contrario anche della Lega, nonostante Cota sia tra gli estensori della proposta.

La giravolta leghista si spiega con il cambiamento che gli equilibri politici hanno avuto, durante il cammino della proposta di legge. All’inizio, infatti, la Lega faceva parte della maggioranza di governo; poi, con il governo Monti e gli scandali che hanno coinvolto il partito padano, le camicie verdi hanno pensato di rifarsi una parvenza di verginità politica riscoprendo la faccia populista ed antisistema e così hanno votato contro una loro stessa creatura.

Al contrario, il PD, all’indomani del suo ingresso nella maggioranza di governo, ha improvvisamente deciso che la proposta di legge era stata purgata dalle sue parti più indigeribili e l’ha promossa. Se non si tratta di una vera e propria giravolta, si tratta certamente di una miracolosa accelerazione.

E così, il progetta approda all’altro ramo del Parlamento, con il numero 3542 degli Atti del Senato.

Qui prosegue in una strada che sembra ormai segnata. PDL e PD sembrano andare d’amore e d’accordo, convinti, ciascuno per conto proprio, che la proposta di legge sia esattamente quella che volevano.

Il successo sembra assicurato, mentre fioccano critiche e proteste verso le idee contenute nella proposta di legge e verso il metodo adottato dai politici: accordo consociativo e audizioni fasulle, poco credibili, molto comode.

E poi il percorso si blocca, ad opera del PD. Perchè?

Sembrerebbe, dalle dichiarazioni di qualche esponente di spicco del  partito di Bersani e Renzi, che i politici PD si siano sintonizzati di botto sul parere delle scuole, che si siano repentinamente accorti che il mondo della scuola era in forte dissenso, come un audioleso che improvvisamente si doti di una buona protesi acustica.

Ma è lecito e saggio dubitare che siano queste, le vere motivazioni che hanno portato il PD ad abbandonare l’alleanza con il PDL sulla riforma degli Organi Collegiali.

E’ che le elezioni sono vicine, molto. Occorre non scontentare l’elettorato potenziale.

Anche il PD ha avuto bisogno di rifarsi una verginità politica, insomma. E si riserva, anche dichiaratamente, di riesumare l’impopolare proposta di de-democratizzazione degli Organi Collegiali dopo la contesa elettorale. Allo stesso modo in cui si riserva di rimettere mano all’innalzamento dell’orario di lezione dei professori, ma solo dopo le elezioni.

Se il PD vincerà le elezioni, sarà questo partito a concludere finalmente l’iter della 953, o 3542 che dir si voglia. Se invece sarà il PDL, che è tra i cofirmatari, lo farà il partito di Berlusconi. Potremmo giurare che se la Lega ritentrerà in una maggioranza di governo ci ripenserà e deciderà che quella legge è di nuovo potabile.

Basta un po’ di previdenza, di disincanto ed è facile pronosticare che la scuola italiana si ritroverà tra capo e collo la deregulation degli Organi Collegiali dopo le elezioni. Che avranno luogo in primavera. Per esempio, il varo potrebbe avvenire in estate.

Magari in agosto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...