Se non ci fossero i volontari…

Rullo giallo

La scuola primaria di via Repubblica a Senago viene imbiancata a cura di un gruppo di genitori volontari.

L’Amministrazione Comunale, in sofferenza di bilancio, non riesce con le proprie risorse ad imbiancare gli interni delle scuole. Così un gruppo di genitori dei bambini frequentanti le scuole cittadine, con la collaborazione ed il coordinamento dell’Associazione Eta Beta e della stessa Amministrazione Comunale, si offre di tinteggiare con il proprio lavoro volontario gli interni delle scuole.

Quest’estate è stato il turno del plesso scolastico “Caduti e Dispersi senaghesi” di via Repubblica, che ne aveva davvero bisogno.

Il Comune ha organizzato per i volontari un corso sulla sicurezza ad ha stipulato a loro favore una polizza assicurativa; poi i genitori si sono armati di rullo, pennelli, scale e si sono messi al lavoro.

Non è la prima volta che a Senago viene seguita questa strategia per imbiancare le scuole: già in passato, attraverso la rete volontari-Comune-Eta Beta, erano stati tinteggiati gli interni della scuola dell’infanzia di via Liberazione e di quella di via Neruda.

Ma questa volta il lavoro è stato davvero grosso: il plesso di via Repubblica, l’edificio scolastico più antico della città, ospita quindici classi e diversi altri locali funzionali alle attività didattiche.

L’Amministrazione Comunale, che ha favorito ed incoraggiato i lavori, si dichiara orgogliosa dei genitori che con il loro lavoro hanno reso più accoglienti le scuole senaghesi, definite “bene comune” della città.

L’unica nota di amarezza è che si debba ricorrere alla generosità dei volontari dal momento che lo Stato sta strangolando gli Enti Locali, chiudendo quasi del tutto i rubinetti del trasferimento di fondi agli Enti Locali.

La crisi economica è da troppi anni a questa parte il motivo dichiarato di questo strangolamento.

Ma una diversa politica economica potrebbe rendere possibile l’investimento sulle scuole. Peccato che nessuno sia stato capace -o abbia voluto- pensare ad un diverso modo per affrontare la crisi.

I dichiarati stanziamenti dell’attuale Governo a favore dell’edilizia scolastica sono una goccia nell’oceano ed una foglia di fico. Prova ne sia il fatto che il Comune è costretto a ricorrere al volontariato per la manutenzione delle sue scuole.

Tuttavia, la cittadinanza non può che provare sentimenti di forte gratitudine per coloro che hanno dedicato il loro tempo -ed a volte le loro ferie- per mettersi al servizio della comunità.

Un grazie enorme, se lo meritano proprio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...