A Senago, meglio parlare di mendicanti che di ‘Ndrangheta

La Sindaca di Senago, Magda Beretta, con una propria ordinanza ha vietato di chiedere l’elemosina sul territorio comunale.

Non si tratta di un provvedimento molto originale, visto che è copiato da altri provvedimenti analoghi che le Giunte comunali più arcigne stanno adottando. Si tratta di provvedimenti che rinnegano quel senso di umanità che spinge esseri umani ad aiutare altri esseri umani, che vieta pietà e solidarietà e che rendono la vita più difficile a chi è già in difficoltà.

Ma perché questi provvedimenti? Ci troviamo forse di fronte ad un’esplosione del fenomeno, peraltro legittimo, della mendicità?

Niente affatto. Si tratta di un estremo ed aberrante inseguimento di sicurezza, decoro, ordine, costi quel che costi. Proprio nello stile della destra. Peccato che questi provvedimenti anti-mendicanti siano stati resi possibili e lanciati da quelli del Ministro Minniti, del PD, che ha affiancato, nell’impegno repressivo contro la marginalità e la difficoltà sociale, le destre, ben felici di avere nel Governo un alfiere dei loro stessi valori.

Le motivazioni dell’ordinanza senaghese rendono un’immagine falsata e fuorviante della città, che appare, nelle righe del provvedimento, come un luogo dove si consuma pubblicamente ogni genere di empietà ed oscenità, di fronte alle quali si giustifica il pugno di ferro che la Sindaca intende adoperare contro i più deboli.

Ma non deve sfuggire il momento in cui viene emanata quest’ordinanza: il momento in cui sopra Senago si addensano minacciose le ombre della ‘Ndrangheta. Esse sono evidenti, ma la Sindaca e la Giunta di destra non le vedono.

Lo scavo delle Vasche di laminazione è ormai iniziato e con esso la movimentazione della terra derivante dallo sbancamento. Come è stato reso noto dalla relazione finale del Comitato Antimafia di Milano, il movimento terra è un punto di forza e importante campo di azione della ‘Ndrangheta lombarda. Non risulta che il Comune di Senago abbia messo in atto alcuna delle azioni che potrebbero prevenire l’infiltrazione mafiosa; e recenti notizie fanno capire che le cosche sono molto vicine a Senago, se non già nel territorio comunale.

E la Sindaca che cosa fa? Difende la legalità vietando l’elemosina.

Ci sarebbe da ridere, se non venisse da piangere.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...